Il mio “momento enogiuridico” è nato così: fine novembre (2019) stavo sistemando la spesa, e l’attenzione mi cade su delle castagne e una bottiglia di vino Novello che avevo acquistato e mi viene l’idea di andarmi a leggere il disciplinare di produzione di questo vino e lì l’illuminazione “ma perché non provo ad unire questa passione con i miei studi giuridici”? Riflettere se può piacere o meno non ha senso, “buttati e vedrai”! Mi sono messa al computer e quello stesso pomeriggio ho pubblicato il mio primo post chiamandolo “momento enogiuridico” dedicandolo proprio ai vini Novello!


PROGETTO VISION 20/30

Mercoledì 15 dicembre 2021 | Presentazione del progetto VISION 20/30 Possiamo definirla come un’iniziativa intrapresa dalle aziende private o per essere più precisa, un progetto partito qualche mese fa da 20 imprenditori e manager del settore vitivinicolo che puntano tramite questo “Vision” a raggiungere sempre più operatori del settore per costruire insieme una strategia di…

Continue reading → PROGETTO VISION 20/30

Doc “Friuli Colli Orientali”

La DOC “FRIULI” deve obbligatoriamente riportare la specificazione “COLLI ORIENTALI” accompagnata da una tra le menzioni “bianco”, “rosso”, “dolce” o in alternativa dal riferimento a uno dei vitigni riconosciuti per la produzione di questa DOC. Quali sono? Diciamo che vi è un ampio ventaglio: Chardonnay, Malvasia, Pinot bianco/grigio, Riesling, Verduzzo friulano, Merlot, Schioppettino, Refosco, Pinot…

Continue reading → Doc “Friuli Colli Orientali”

Il caviale e la sua normativa sull’etichettatura

Decreto 6 maggio 2008 “Sistema di marcatura dei contenitori primari e secondari di caviale e registrazione delle ditte che producono o riconfezionano caviale”. Partiamo con la definizione legislativa di caviale: “uova lavorate di specie appartenenti all’ordine Acipenseriformes (storioni e pesci spatola)“. Non solo, viene distinto il cosiddetto caviale pressato: ” caviale composto da uova di…

Continue reading → Il caviale e la sua normativa sull’etichettatura

DOCG “Montefalco Sagrantino”

DOCG “MONTEFALCO SAGRANTINO” riconosciuta nel 1992, prima ancora DOC nel 1979.Tale denominazione è riservata al vino rosso nelle tipologie “secco” e “passito” e deve essere ottenuto esclusivamente da uve “SAGRANTINO” ..Il vino “Montefalco Sagrantino” deve essere sottoposto ad un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno 33mesi – di cui per la tipologia “secco” almeno 12…

Continue reading → DOCG “Montefalco Sagrantino”


Segui il mio blog

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.